CARO GASOLIO: PESCHERECCI FERMI IN SEGNO DI PROTESTA. CATEGORIA IN GINOCCHIO

da Katjuscia Carpentieri

Ennesimo grido d’allarme dei pescatori siciliani, messi in ginocchio dal caro gasolio, l’aumento indiscrimato del prezzo costringe gli armatori siciliani a mettere in campo azioni di protesta per tutelare la cateria. L’aumento del gasolio ha messo in ginocchio la categoria. A Mazara del Vallo i pescherecci sono fermi da tempo in segno di protesta, una decisione sofferta emersa dall’ultima assemblea degli armatori mazaresi.
La crisi che ha colpito il settore rischia di bloccare numerose imprese e di far perdere posti di lavoro. gli aramatori siciliani chiedono che venga messo un tetto sul prezzo del petrolio e che si costituisca una commissione parlamentare d’inchiesta per far luce sull’aumento indiscrimato dei prezzi.

FABIO MECALIZZI Presidente Federazione Armatori Siciliani

Questa mattina dunque pescherecci fermi anche al porto di Catania, blocco che si potrebbe esterndere anche in altri porti siciliani. La federazione degli armatori siciliani sta valutando di mettere in atto strategie di lotta per far valere i propri diritti

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.