LAMPEDUSA - CONTE RACCOGLIE ISTANZE GENTE

di Katjuscia Carpentieri
432 visite

“La politica non può girarsi dall’altra parte, deve raccogliere le istanze della gente deve star vicino a questa comunità che si sente abbandonata. La politica ha fatto finto di nulla. La politica sugli sbarchi è un fallimento questo governo lo deve ammettere. Cerchiamo d’intervenire in modo costruttivo senza più bluff comunicativi in modo serio per cercare di venire incontro alle istanze di questa comunità”. Lo ha detto il leader del M5s Giuseppe Conte a Lampedusa prima di andare in piazza della Libertà dove c’era l’assemblea cittadina sull’emergenza migranti.
Una giornata a Lampedusa dedicata alla visita dell’isola dove sono approvati negli ultimi giorni migliaia di migranti. Conte ha visitato l’hotspot di Lampedusa, con Francesca Basile, responsabile migrazioni della Croce rossa italiana e il viceprefetto Carmen Cosentino Con loro è entrato nel centro facendosi ragguagliare sulla situazione attuale, su come stiano fronteggiando l’emergenza e sulla situazione dei flussi di migranti in arrivo a Lampedusa. poi si è recato al molo Favaloro dove sbarcano i migranti salvati dai natanti italiani, ha visto anche il cosiddetto “cimitero dei barchini” parlando con chi lavora per i soccorsi e col mediatore culturale Moussa Koulibaly.
Conte ha incontrato in piazza davanti la chiesa di San Gerlando diversi isolani che lo attendevano, per il pranzo ha mangiato a casa della signora Teresa che nei giorni scorsi aveva preparato cena e pranzo per i migranti che cercavano da mangiare. Conte ha incontrato anche i rappresentanti di Federalberghi Lampedusa, Consorzio balneare, imprenditori locali, rappresentanti delle cooperative e delle associazioni di pescatori.
“Noi abbiamo lavorato con il premier tunisino, ma a fari spenti. Non sapete quante telefonate ci siamo scambiati, quanto lavoro con l’intelligence per rinforzare anche i rimpatri. Ma non l’ho mai messo in difficoltà rispetto alla sua popolazione”. ha spiegato Giuseppe Conte,
questa mattina l’ex premier dopo aver visitato i locali del Poliambulatorio di via Grecale, si è soffermato a parlare, anche dell’emergenza migranti, con il direttore Francesco D’Arca che gli ha anche presentato tutte le persone che, quotidianamente, si occupano a molo Favarolo dell’assistenza sanitaria e controlli di quanti arrivano.
Intanto altri sbarchi in cento circa sono stati intercettati e soccorso dalla guardia costiera. Altri sono stati fermati nei pressi dell’isola dei conigli.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.