AGGRESSIONE GUARDALINEE - CONTINUANO LE INDAGINI

di Marco Scavino
257 visite

Non sono stato io e la ricostruzione fornita dalla vittima dell’aggressione non può essere conforme alla realtà. Lo dice l’assessore Puglisi, indicato come responsabile di una aggressione fisica ad un gurdalinee di trentanni al termine della partita di calcio scicli ragusa. A parlare l’avvocato fabrizio cavallo.

I dirigenti dello scicli calcio, aveva annunciato il SIndaco della Città di Scicli Mario Marino, erano certi dell’estraneità ai fatti dell’assessore, oggi autosospeso, Peppe Puglisi. Abbiamo parlato con il Presidente Angelo Massari. Quest’ultimo annuncia ricorso al provvediemnto che li ha investiti e dichiara che l’arbitro alla fine dello scontro ha detto di aver arbitrato per come era stato accolto, che l’urina denunciata all’interno delle borracce poteva essere un semplice integratore e che non essendo stata esaminata non si poteva dare per certo l’episodio e riferisce che i tifosi dello scicli non si trovavano vicino l’auto dell’arbitro vandalizzata al termine dellos contro termianto con la vittoria del ragusa per 1 a 3. Massari ha sempre sostenuto di aver visto puglisi fuori dal campo ma nei momenti successivi l’aggeressione ma comunque durante il caos. I carabinieri lo hanno bnotato allontanarsi dopo che il giovane guardalinee lo aveva indicato come aggressore. Il Presidente Massari però lo ha visto fuori..

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.