SICILIA - LA CHIESA CONTRO GLI ABUSI

di autore

La Chiesa prova ad arginare la piaga della violenza e degli abusi al proprio interno, e crea un centro regionale di ascolto mettendo al lavoro un’equipe formata da don Fortunato Di Noto, dall’avv. Remigia D’Agata, dal dr.Francesco Guarnieri, psicologo, e da don Andrea Zappulla con l’obiettivo di fare rete con tutte e 18 le diocesi siciliane e di raccogliere testimonianze e segnalazioni. Ieri, in occasione della II Giornata nazionale di preghiera per le vittime e i sopravvissuti agli abusi, la Conferenza Episopale Italiana ha presentato il primo report, con dati nazionali che si riferiscono al biennio 2020-2021. Nel report, è emersa la prevalenza di “comportamenti e linguaggi inappropriati” (24), seguiti da “toccamenti” (21); “molestie sessuali” (13); “rapporti sessuali” (9); “esibizione di pornografia” (4); “adescamento online” (3); “atti di esibizionismo” (2). Il ruolo ecclesiale ricoperto al momento dei fatti è quello di chierici (30), a seguire di laici (23), infine di religiosi (15). Tra i laici emergono i ruoli di insegnante di religione; sagrestano; animatore di oratorio o grest; catechista; responsabile di associazione.

FRANCESCO GUARNIERI Psicologo e componente del centro regionale di ascolto

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.