MALTEMPO: STATO DI CALAMITA’ A ERICE E SANTA MARGHERITA, DANNI INGENTI

di Viviana Sammito

Il Comune di Erice, nel trapanese, ha approvato la richiesta per la dichiarazione dello stato di calamità naturale e di emergenza a seguito dell’alluvione del 26 settembre che sarà presentata alla regione siciliana. “Le fortissime piogge hanno messo a dura prova il sistema fognario, canali, muri di ricezioni, impianti di pubblica illuminazione – ha detto il sindaco Daniela Toscano – generando anche allagamenti di vari scantinati e civili abitazioni. I cittadini interessati – ha fatto sapere – potranno far pervenire le perizie di stima dei danni che verranno richieste con pubblici avvisi”. Danni ingenti si sono registrati anche a Santa Margerita del belìce nell’agrigentino dove sono stati distrutti i fichi d’india, eccellenze agroalimentare del territorio. Gli agricoltori sono in crisi, il sindaco Gaspare Viola ha annullato per indisponibilità di prodotto la tradizionale “sagra del fico d’india” che si sarebbe dovuta tenere il 15 e il 16 ottobre
il orimo cittadibo chiederà alla regione siciliana il riconoscimento dello stato di calamità naturale.

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.