RIFIUTI: LA BAGLIERI PUNTA SUI TERMOVALORIZZATORI… E LA “SUA” GREEN ECONOMY?

da Marco Scavino

“Spero che la scelta di realizzare due termovalorizzatori in Sicilia sia definitiva”. lO DICE L’ASSESSORE ALLA ENERGIA DELLA NOSTRA REGIONE. Lo dice al termine dell’estate più sporca per la Sicilia degli ultimi anni, lo dice nel bel mezzo di una campagna elettorale priva di contenuti e proposte. Daniele Baglieri sicuramente molto impegnata a fronteggaire l’emergenza rifiuti degli ultimi mesi parla di soluzioni ad un problerma lungo decenni e di cui lei era stata incaricata a dare rispsote nell’ultimo anno e mezzo e prima di lei chi l’ha preceduta. Durante il suo intervento nella rubrica “ANSA incontra”, la Baglieri stupisce tutti intervenendo su un problema che ormai ha messo in imbarazzo tutti. Operatori commerciali, settore del turismo che hanno fatto i conti con le facce sconvolte di tursti inorriditi, e no non solo Selvaggia Lucarelli, ma anche un disagio quotidiano di quei siciliani che la mattina il primo odore di aria fresca nelal loro casa che hanno avvertito questa estate è stato al sapore di decomposizione. Comunque la Baglieri ci rassicura. Lo fa a poco più di 10 giorni dalle elezioni dicendo che “Questa scelta , dei termovalorizzatori, dipende dal fatto che l’Europa ha dettato un obiettivo: entro il 2035 potrà andare in discarica al massimo il 10% dei rifiuti. la bAGLIERI PROPRONE I TERMOVALORIZZATORI DOPO CHE SI ERA FFATTA PORTAVOCE DI UNA POLITICA RIVOLTA ALLA GREEN ECONOMY.

Attualmente, in Sicilia ne portiamo circa il 50%. E’ chiaro che facendo una simulazione degli scenari futuri, non possiamo raggiungere quell’obiettivo – dice l’assessore – Ciò che stiamo cercando di fare è aumentare la raccolta differenziata, che dal 18% del 2017 è passata al 47% nel 2021. Inoltre, con i termovalorizzatori, da ciò che non riusciamo a differenziare, possiamo recuperare energia, e di questi tempi, con il caro bollette, è chiaro che la termovalorizzazione rappresenta un modo per essere nell’ambito dell’economia circolare e, al contempo, ridurre il fabbisogno energetico delle città metropolitane. sEMPRE SULLA POSSIBILITà DI GUADAGNO DALLE FONTI ENERGETICHE QUALCHE GIORNO FA LA BAGLIERI AVEVA RILANCIATO SULLE ROUYALTIES DERIVANTI DALLE ESTRAZIONI PETROLIFERE, ANCHE QUESTO IN CONTROTENDENZA RISPETTO ALLA GREEN ECONOMY TANTO DECANTATA. .Non dimentichiamo che sono i territori che devono rappresentare nei propri piani d’ambito e individuare anche questa tipologia di impianto”, conclude Baglieri.

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.