30 Maggio 2024
vm

ENNA - RUGOLO, “NON FINISCE QUI”

di Marco Scavino
174 visite

La condanan al sacerdote di Enna Don giuseppe Rugolo per violenza sessuale contimnuata e tentativo di violenza sessuale con interdizione in perpetuo da qualunque incarico nelle scuole di ogni ordine e grado, nonchè da ogni ufficio o servizio in istituzioni o in altre strutture pubbliche o private frequentate prevalentemente da minori è al centro di una nota dell’avvocato Eleanna Parasiliti Molica che assiste una delle tre vittime Antonio Messina. E’ stato grazie alle denunce di quest’ultimo che è nata l’inchiesta che ha portata a fare luce su ciò che commetteva il sacerdote. Oggi l’avvocato chiarisce che in riferimento alal sentenza che riconosce il tentivo di violenza nei confronti del suo assistito per dei fatti avvenutio nel 2013 c’è da conisederare che è scattata la prescrizione per i fatti accaduti in precedenza. e che, chiarisce l’avvocato di antonio messina, il reato risulta tentato solo grazie al fatto che Antonio Messina è riuscito a sottrarsi all’aggressione sessuale. Ciò significa che a dire del Tribunale, i fatti che vanno dal 2009 al 2012 sarebbero avvenutima si sarebbero estinti per prescrizione a causa del decorso del tempo. Se il Tribunale avesse ritenuto che in fatti non fossero accaduti, avrebbe prosciolto l’imputato nel merito. In attesa della lettura delle motivazioni l’avvocato ha anticipato che si avvierà proceduta con l autorità giudiziaria per capire se le immagini ritrovate all’interno

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.