PALERMO - TEATRO, STATO DI AGITAZIONE

di Veronica Puglisi

Si ripresenta come a inizio anno, il problema della sostenibilità economica al teatro Massimo di Palermo e i dipendenti hanno proclamato lo stato di agitazione sostenuto da Libersind Confsal che non esclude altre forme di protesta nei prossimi giorni . Nonostante due assestamenti di bilancio, l’ultimo nel mese di settembre 2022, il problema si ripresenta. A nulla, afferma il Libersind Confsal, sono serviti il contributo del Comune, i finanziamenti confermati dalla Regione, il mantenimento, pari agli scorsi anni, del contributo Fus.

MONICA PIAZZA Seg. Prov. Libersind Confsal Palermo

La somma complessiva da erogare relativa agli istituti contrattuali si aggira intorno ai 250 mila euro. Professori d’orchestra, artisti del coro, tersicorei e maestranze tecniche sono pronti ad attuare azioni di protesta se non arriveranno risposte da parte della fondazione e non saranno rispettati gli impegni economici previsti nel contratto con i lavoratori».

MONICA PIAZZA Seg. Prov. Libersind Confsal Palermo

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.