TRAPANI: CACCIA A MESSINA DENARO, TROVATA PISTOLA A FAVOREGGIATORE ARRESTATO

da Giada Giaquinta

Non si ha traccia di lui da circa 30 anni, dal ’93 quando si rese latitante, matteo messina denaro. Ma secondo la DDA di Palermo, la rete degli indagati ha continuato a lavorare per il controllo del territorio e per garantire gli interessi economici del boss mafiosio. Da qui la maxi operazione antimafia a TRapani nei confronti dei fiancheggiatori del boss latitante con il blitz che ha portato all’arresto di 35 persone per un totale di 70 indagati. Nell’ambito dell’operazione i carabinieri del Nucleo investigativo di Trapani e del Ros hanno trovato e sequestrato una pistola semiautomatica con 50 colpi di cui 4 nel caricatore nell’abitazione di una delle persone arrestate. L’uomo non si trovava nella propria abitazione di Campobello di Mazara ed è stato rintracciato e fermato a Palermo mentre saliva sulla sua auto. Con sé aveva due pacchi in cellophane contenenti circa 50 mila euro in banconote di vario taglio. Nell’abitazione di un altro indagato, i militari hanno
trovato 900 grammi di marijuana.

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.