BALESTRATE: UN PARCO CHE VIETA L’USO DI CELLULARI O STRUMENTI TECNOLOGICI

da Veronica Puglisi

Un parco dove è vietato utilizzare l’uso di smartphone o strumenti tecnologici. All’ingresso un apposito cartello e un armadietto dove sta scritto “riponi qui il tuo smartphone e dedica il tempo ai tuoi bimbi”. E’ la nuova area che ha aperto i battenti a Balestrate. Un progetto ideato e promosso dall’associazione Genitori balestratesi che 5 anni fa è scesa in campo dopo che il vecchio parco era stato totalmente distrutto e trasformato in un parcheggio per auto. L’area che appartiene alla scuola elementare Aldo Moro, è grande circa mille metri quadrati. Per bambini e genitori è una grande novità – dice Piera Testaverde, presidente dell’associazione Genitori balestratesi

PIERA TESTAVERDE Presidente Ass. Genitori Balestratesi

L’invito seguendo le parole di Papa Francesco è di più sociali e meno social”. Il progetto ha visto all’opera decine di artigiani, professionisti locali, volontari ed esperti per garantire la massima accessibilità e inclusività. Sono state raccolte 30 mila euro di donazioni da parte di cittadini e attività commerciali. Il comune ha ottenuto un finanziamento di circa 40 mila euro dall’assessorato regionale alle Politiche sociali.

RICCARDO VESCOVO Ideatore del Parco

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.