ISPICA: SEQUESTRATA L’AREA DEL “MACCONE BIANCO”, UN ARRESTO

da Veronica Puglisi

Dovrà rispondere di furto aggravato di beni demaniali e inquinamento ambientale un cittadino ispicese sorpreso dalla guardia di finanza di Ragusa nell’attività non autorizzata di scavo e asportazione incontrollata di sabbia, attraverso un escavatore con cui poi riempiva gradualmente un camion cassonato. I militari della Tenenza di Pozzallo, coordinati dalla Procura della Repubblica di Ragusa, hanno sottoposto a sequestro un’area di circa 10.000 mq e arrestato l’uomo. L’area, identificata dalle associazioni ambientaliste come uno dei beni paesaggistici e naturali più importanti del ragusano, è tutelata da vincoli paesaggistici e idrogeologici che proibiscono qualsiasi attività che possa deturpare o modificare le caratteristiche faunistiche e/o la conformazione morfologica. I militari hanno inoltre constatato che l’attività di scavo ha, tra l’altro, causato un irreversibile collasso del terreno, provocando un deturpamento definitivo del sito oggetto del prelevamento e una
frana a danno della vegetazione circostante con grave pericolo anche per l’incolumità delle persone e delle
abitazioni adiacenti. Eseguito il sequestro preventivo del sito e dei veicoli utilizzati per il prelevamento di materiale.

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.