PAVIA: APPALTI TRUCCATI. ARRESTATE 5 PERSONE, TRA LORO ANCHE MESSINESI

da Giada Giaquinta

Appalti ottenuti anche a scapito della sicurezza dei trasportati in ambulanza e con offerte economiche talmente basse da risultare anti-economiche e rese possibili tramite lo sfruttamento dei lavoratori con turni massacranti. E’ quanto emerso dalle indagini della guardia di finanza di pavia coordinate dalla procura che hanno portato all’arresto di 5 persone, tra loro anche messinesi per reati contro la pubblica amministrazione e l’intermediazione illecita di manodopera, il c.d. caporalato. Nello specifico si tratta di 3 custodie cautelari in carcere e due ai domiciliari nei confronti di amministratori di fatto, prestanome e dipendenti di una cooperativa operante nel settore dei trasporti sanitari, tra le prime a livello nazionale, affidataria di appalti pubblici in tutta Italia. La recente attività rappresenta la prosecuzione di un’indagine che nel marzo del 2021 aveva portato all’arresto di 4 persone, a perquisizioni e sequestri in Lombardia, Lazio, Marche e Sicilia per appalti affidati in modo irregolare e non corretta esecuzione di pubbliche forniture. Dalle videoriprese effettuate in alcune ambulanze, è risultato inoltre che venivano raramente eseguite le sanificazioni prescritte dopo il trasporto di ogni paziente soprattutto in tempo di pandemia. Nell’ambito delle indagini, nell’ottobre del 2021, in funzione delle irregolarità emerse e dell’acclarata condizione di sfruttamento dei lavoratori e della corresponsione difforme al contratto collettivo nazionale, il Tribunale di Pavia aveva disposto il sequestro preventivo dell’intero compendio aziendale della cooperativa il cui patrimonio è di circa 5 milioni di euro e il sequestro di circa 200 mila euro in capo ai responsabili dello sfruttamento dei lavoratori. Successivamente è stato accertato che uno degli arrestati nella recente attività giudiziaria avesse asportato illecitamente beni medicali del valore di circa 200 mila euro in favore di un’altra società comunque riconducibile ai principali indagati. I recenti risvolti delle indagini hanno permesso di individuare molteplici gare d’appalto per l’affidamento del servizio di trasporto in ambulanza in diverse città italiane aggiudicate in modo irregolare.

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.