18 Aprile 2024
COOP

PALERMO - PERQUISIZIONI ANTITERRORISMO

di autore
101 visite

C’è anche la provincia di Palermo tra quelle nelle quali, da nord a sud, in Italia sono scattati oggi i controlli antiterrorismo disposti dal procuratore distrettuale di Bologna Giuseppe Amato e dal pm Stefano Dambruoso della dda di Bologna. 18 le persone nel mirino delle perquisizioni, tutte di origine nordafricana e appartenenti alla cerchia delle relazioni virtuali di Abdessalem Lassoued, il tunisino autore dell’attentato di matrice islamica di Bruxelles del 16 ottobre scorso che costò la vita a due svedesi che si trovavano a Bruxelles in occasione della partita Belgio-Svezia. L’uomo fu poi ucciso dalla polizia la sera stessa dopo un lungo inseguimento e successivamente si scoprì che era sbarcato a Lampedusa nel 2011 e aveva vissuto per qualche tempo in Italia, poi si era trasferito in Svezia, da dove era stato espulso. Tornato in Italia, nel 2016 la Digos lo aveva segnalato per la sua radicalizzazione religiosa. Ciononostante, è riuscito a restare in Europa e a trasferirsi in Belgio. Le indagini e le perquisizioni odierne dei Ros dei carabinieri e della Digos della polizia di Bologna si sono concentrate sui suoi contatti e sulle loro attività sui social. I 18 nordafricani risultano, infatti, titolari di profili social con contenuti tipici dell’estremismo religioso. Gli sviluppi hanno permesso di individuare altre persone per le quali si è definito l’iter di espulsione dall’Italia, per altri si sta verificando la regolarità. Il 16 ottobre scorso, in pieno centro a Bruxelles, Lassoued ha aperto il fuoco con un fucile semiautomatico su tre persone, di cui due hanno perso la vita, due svedesi che si stavano dirigendo verso lo stadio.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.