MAFIA - SEQUESTRO DA 43 MLN DI EURO

di Marco Scavino
133 visite

L’indagine avrebbe ricostruito la ricerca del potere economico di “cosa nostra” di infiltrarsi nel settore della gestione dei giochi e delle scommesse sportive. Sotto sequestro 3 immobili, tra i quali una villa di particolare pregio nell’isola di Favignana e ancora quote di capitale e compendi aziendali di 11 società, con sede nelle province di Milano, Roma, Salerno e Palermo e 45 rapporti finanziari, costituiti da conti correnti, conti deposito, depositi titoli, polizze assicurative e buoni postali, per un valore complessivo di circa 43 milioni di euro. E’ stato Il Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha emettere i decreti di sequestro ai sensi della normativa antimafia nei confronti di imprenditori referenti di un gruppo societario contiguo alle famiglie mafiose di Pagliarelli, Porta Nuova, Palermo Centro, Brancaccio e Noce, eseguito dai finanzieri del Comando Provinciale di Palermo. fATTA LUCE SU GIRI D AFFARI SU SCOMMESSE E GIOCHI. Circostanze che avrebbero così consentito la creazione di un vero e proprio impero economico costituito da società intestate agli onnipresenti prestanome, che nel tempo erano arrivate a gestire volumi di gioco per circa 100 milioni di euro. La ricostruzione nell’ambito dell’operazione denominata “ALL IN”, che avrebbe fornito una plastica dimostrazione della sistematica ricerca del potere economico da parte di “Cosa nostra” nfiltra-tasi nel lucroso settore della gestione dei giochi e delle scommesse sportive. I risultati dell’attività investigativa avevano consentito di eseguire, nei mesi di giugno e novembre del 2020, misure cautelari personali nei confronti di 25 soggetti, indagati a vario titolo.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.