SANITA' - “VERSO PRIVATO CONVENZIONATO”

di Katjuscia Carpentieri

Il presidente della Regione siciliana Renato Schifani all’ARS per le dichiarazioni programmatiche. prima dell’inizio il governatore ha rivolto un pensiero al presidente della Repubblica Sergio Mattarella estremo garante della nostra unità nazionale e delle regole inviolabili della nostra Costituzione oltre ad un ensiero e un ricordo indelebile nei confronti di tutte le vittime della
mafia, di cui Giovanni Falcone e Paolo Borsellino costituiscono esempio luminare. Il mio governo combatterà col massimo rigore ogni tentativo di infiltrazione della mafia nel sistema regionale della spesa pubblica, adottando criteri e comportamenti rigorosi che valgano anche da deterrente”. Schifani ha dunque parlato di sanità che dovrà guardare senza riserve al privato convenzionato, sia ospedaliero che diagnostico, nella consapevolezza che la assistenza sanitaria costituisce una pubblica funzione, al di la del soggetto che la eroga, sia pubblico che privato. Soltanto cosi potremo anche abbattere le inaccettabili liste di attesa. Il governatore si anche scusato con la famiglia della bambina di 8 anni costretta a rivolgersi a strutture private e pagare le cure oncologiche perché in un ospedale pubblico avrebbe dovuto aspettare sei mesi. Particolare attenzione poi alle aree di emergenza territoriale, alle strutture ospedaliere, ed il mancato completamento di alcune
significativi interventi previsti e finanziati in ragione della emergenza Covid”.

Il governo Schifani ha chiesto e ottenuto dall’Assemblea regionale la procedura d’urgenza per il
disegno di legge di variazioni di bilancio. gli emendamenti in commissione Bilancio dovranno
essere presentati entro le 13, il ddl bilancio dovrà essere approvare entro martedì prossimo; L’aula
esaminerà il testo mercoledì prossimo.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.