TAORMINA - CCPM, “BENE INIZIATIVA DELLA REGIONE”

di Katjuscia Carpentieri
113 visite

“Finalmente la regione siciliana ha compreso che anche in Sicilia possono coesistere in modo permanente due centri di cardiochirurgia pediatrica, come avviene già in Veneto chiedendo la Deroga per il mantenimento del Ccpm di Taormina, al ministero della salute a Roma”. Sono le parole del comitato dei genitori della cardiochirurgia pediatrica di Taormina che da anni lotta per non far chiudere il centro di Taormina. “Dopo anni di battaglia e di continue proroghe, ringraziamo il presidente Schifani per aver accolto l’appello di centinaia di genitori e dei nostri figli e aver finalmente fatto richiesta di deroga al “decreto Balduzzi”, inviandola al ministero della salute. Abbiamo sempre sostenuto che a causa della insularità in Sicilia serve tenere il reparto attivo da oltre 10 anni al San Vincenzo di Taormina, accanto alla nuova struttura del Civico di Palermo.
La Regione Siciliana con una nota stampa ha fatto sapere di aver richiesto la deroga al decreto Balduzzi ” inviata al ministero della Salute e relativa al mantenimento del reparto di cardiochirurgia pediatrica del San Vincenzo di Taormina. Il documento è stato sottoscritto dal presidente della Regione, dall’assessore alla Salute Giovanna Volo e dai dirigenti generali dei dipartimenti della Pianificazione strategica e delle Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico. L’operatività della Cardiochirurgia pediatrica di Taormina, attualmente in convenzione con l’Irccs Bambino Gesù di Roma, è stata al momento prorogata al 31 luglio 2024 e senza la deroga ministeriale sarebbe destinata a cessare.

L’ipotesi avanzata al Ministero prevede anche un forte raccordo operativo tra il reparto di Taormina (8 posti letto) e quello di Palermo (12 posti letto). Sul piano delle risorse finanziarie, le aziende sanitarie hanno già previsto specifiche risorse nei propri bilanci. L’operatività di due centri, conclude la nota, ridurrebbe la mobilità sanitaria dalla Sicilia e dalla Calabria, con minori costi “sociali” legati alla trasferte per le famiglie dei pazienti con, la prospettiva di un’offerta assistenziale di elevata qualità rivolta anche ai Paesi del bacino mediterraneo.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.