2 GIUGNO - CELEBRAZIONI DA ROMA A RAGUSA

di autore
95 visite

2 giugno 2024, Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana e celebrazioni da nord a sud. Il nostro Paese ricorda il referendum del 1946 a suffragio universale che segnò la nascita della Repubblica e la fine della monarchia. A Roma, dopo la tradizionale parata in via dei Fori Imperiali e l’alzabandiera solenne davanti all’Altare della Patria, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha salutato, nel pomeriggio, i circa 1800 cittadini che hanno visitato i Giardini del Quirinale che, per l’occasione sono stati aperti al pubblico. Un’apertura dedicata, come lo scorso anno, alle fasce deboli della popolazione. “Celebrare i settantotto anni della nascita della Repubblica Italiana richiama i valori della nostra identità e di una Costituzione lungimirante e saggia, frutto della straordinaria rinascita che prese le mosse dalla lotta di Liberazione” ha detto il capo dello stato. A Palermo, al tetro Politeama-Garibaldi, la cerimonia per la consegna delle onorificenze dell’ordine al merito della Repubblica Italiana e l’omaggio a tutti coloro che sono caduti per mano mafiosa nell’assolvimento del proprio dovere. In concomitanza con la cerimonia presieduta a Roma dal Capo dello Stato, a Ragusa, in Piazza S. Giovanni, nonostante la pioggia le celebrazioni alla presenza delle massime Autorità civili, militari, religiose, nonostante la pioggia con in testa il Prefetto di Ragusa, Giuseppe Ranieri.
GIUSEPPE RANIERI Prefetto di Ragusa

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.