CATANIA - CONTAGIO HIV, CONIUGI RISARCITI

di autore
111 visite

Anche il danno da contagio da HIV, oltre a quello da epatite, va risarcito. E va riconosciuto anche al coniuge incolpevolmente danneggiato. Lo stabilisce una sentenza della Corte d’appello di Catania che, confermando quella di primo grado, ha condannato il ministero della Salute a un risarcimento complessivo di 500mila euro. Il caso riguarda una donna che negli anni ’70 è stata sottoposta a trasfusioni di sangue e che negli anni 2000 ha poi scoperto di essere positiva al virus dell’Hiv e di avere anche contratto l’epatite C. Da successivi accertamenti è emerso che anche il marito aveva contatto l’epatite C, e non l’Hiv, per contagio dalla moglie. I coniugi, nel 2018, assistiti dall’avvocato Silvio Vignera, hanno avviato un procedimento civile chiedendo il risarcimento dei danni per le gravissime patologie che derivavano da emotrasfusioni. Il Tribunale civile di Catania, a conclusione del processo di primo grado, ha emesso una sentenza che ha riconosciuto le ragioni dei coniugi, quindi che anche l’Hiv, come l’epatite, può essere trasmesso da emotrasfusioni e che il successivo involontario contagio del coniuge va anch’esso addebitato alla causa iniziale costituita dalle emotrasfusioni. Decisione poi confermata anche dalla Corte d’appello civile.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.