29 Maggio 2024
vm

TERMINI IMERESE - EX BLUTEC, “CHIAREZZA SU RICORSO TAR”

di Katjuscia Carpentieri
78 visite

“Il ricorso al Tar del Lazio per l’annullamento dell’assegnazione dell’area ex Blutec di Termini Imerese alla Pelligra Italia holding, per quanto legittimo rischia di produrre un danno oggettivo al territorio e ai lavoratori ai quali a novembre, assieme all’amministrazione straordinaria scadono gli ammortizzatori sociali. Chiediamo l’immediata convocazione di un tavolo al Mimit con la presenza della Regione per le necessarie proroghe e, insieme, al Tar di fare presto”. Lo scrivono in una nota congiunta Roberto Mastrosimone, della Fiom nazionale, e Alfio Mannino, segretario generale della Cgil Sicilia. “Com’è noto – aggiungono i due sindacalisti – è¨ una vertenza che va avanti da 13 anni. Chiediamo la garanzia del reddito per i 550 lavoratori diretti e i 200 dell’indotto, finchè¨ la situazione non si sbloccherè “.

Ieri era stato depositato al Tar del Lazio, e protocollato, il ricorso per l’annullamento, previa sospensiva, del provvedimento di assegnazione della gara di cessione dell’ex Blutec di Termini Imerese alla Pelligra Italia holding. A presentarlo è stato l’avvocato Anna Ferraris per conto della cordata Sciara Holding Ltd e Smart City group , la cui offerta non era stata ritenuta congrua dai commissari straordinari che hanno valutato le proposte per l’acquisizione dello stabilimento
Le segreterie nazionali di Fim Fiom e Uilm hanno presentato richiesta al Mimit per avere informazioni più chiare circa tutto il percorso della cessione che coinvolge i lavoratori, sia quelli che transiteranno che quelli che dovrebbero rimanere nella società di scopo.

“E’ necessario che il governo nazionale e regionale convochino subito un confronto con le organizzazioni sindacali. Non è pensabile un nuovo stop per i lavoratori dell’ex Blutec soprattutto a ridosso della chiusura dell’amministrazione straordinaria fissata per il prossimo 4 novembre”. Lo affermano Luisella Lionti, segretaria Uil Sicilia, ed Enzo Comella, coordinatore regionale della Uilm,
Arriva anche la replica della Sciara Holding e di Smart City “Siamo increduli davanti a ciò che leggiamo, soprattutto da parte dei sindacati. Il ricorso è un diritto e se, come dichiarato dal ministro Urso, dai commissari e dallo stesso Pelligra, tutto è stato fatto nel rispetto della legge, l’iter attuale non ne risentirà. In caso contrario, crediamo sia più che giusto intervenire ad evitare che ciò che già in passato è accaduto si ripeta”. è quanto dichiarato dall’avvocato Anna Ferraris

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.