POZZALLO - IACP, ATTESA RELAZIONE DEL PROF. NERI

di Viviana Sammito
193 visite

La vita di 48 famiglie rimane sospesa e dipende dal contenuto della relazione del prof. Fabio Neri dell’Università di catania, ricercatore di TECNICA DELLE COSTRUZIONI, nominato dall’istituto autonomo case popolari che dovrà sostenere le spese dell’incarico. Un mese circa per depositare le conclusioni di un sopralluogo, il primo ufficiale dall’emanazione dell’ordinanza di sgombero, delle tre palazzine di edilizia popolare dei lotti 12,13 e 14 di piazzale Italia a Pozzallo. Nel frattempo le famiglie sono costrette a lasciare le abitazioni in virtù della conclusione di vigili del fuoco, protezione civile e genio civile e sulla base di un sopralluogo del 2009 la cui tesi non convince nemmeno il capo della protezione civile regionale, salvo cocina. Un altro comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica si è tenuto ieri pomeriggio in prefettura a Ragusa durante il quale in video collegamento c’era il professore Neri dal quale si attende la relazione ufficiale. E’ invece arrivata qualche giorno fa sul tavolo del sindaco di pozzallo, Roberto Ammatuna, la posizione sull’ordine di sgombero del capo della protezione civile regionale salvo cocina il quale ha scritto che: “è necessario compiere almeno un sopralluogo di accertamento sulle strutture anche per rilevare eventuali quadri fessurativi e altri indizi di dissesto in atto; Il capo della protezione civile ha anche sottolineato che è “rilevante osservare che la relazione collegiale di sintesi, redatta in data 24.04.2024 dai competenti Enti statali e regionali, richiamata dal Prefetto di Ragusa, non contiene elementi tecnici nuovi né nuove valutazioni rispetto a quanto emerso dai precedenti accertamenti compiuti nel 2009, né una attestazione di inagibilità degli immobili di che trattasi. Piuttosto, dalle risultanze dello studio condotto dall’ing. Giovanni Anfuso nel 2009, sulla base di attendibili calcolazioni, è emerso, tra l’altro, che, pur essendo i livelli di sicurezza riscontrati nel complesso strutturale esaminato inferiori a quelli minimi previsti dalla normativa vigente, tale valore permette di affermare che nelle condizioni normale esercizio non ricorrono gli estremi per lo sgombero degli edifici. La relazione del prof neri sarà quella che defnità il pricedimento, el farttempo le famiglie non ci pensano proprio ad abbandonare le loro case.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.