SICCITA' - “LAGO FANACO A RISCHIO PROSCIUGAMENTO”

di Marco Scavino
318 visite

Dopo il lago di Pergusa un altro bacino d’acqua siciliano desta preoccupazione: il lago di fanaco in provincia di caltanissetta. La denuncia arriva dal pd il deputato alla Camera Peppe Provenzano e Renzo Bufalino, segretario provinciale nisseno puntano l’attenzione sulla mancanza di interventi da parte di Siciliacque che conosceva la situazione. Il lago Fanaco è l’unica fonte idrica i comuni del Vallone e rischia di terminare in 15 giorni. Infatti, mentre la maggior parte dei comuni ha la possibilità di approvvigionarsi, seppur nella loro esiguità, da fonti idriche alternative, i comuni del Vallone hanno come unica risorsa l’acquedotto Fanaco, con una capacità ormai ridotta al minimo, con la conseguenza, che se non si troveranno a brevissimo termine soluzioni, ciò comporterà, nel migliore dei casi, l’ennesima riduzione dell’erogazione d’acqua (si dovrebbe passare dagli attuali 45 l/s a 20 l/s), nella peggiore, addirittura l’interruzione della fornitura.Siamo di fronte ad una situazione davvero paradossale. Il governo Schifani, il ministro Musumeci e la dirigenza di Siciliacque hanno sottovalutato il problema, rendendosi responsabili di gravi inadempienze, pertanto – concludono – non dovranno sorprendersi dell’esasperazione dei cittadini . Anzi – aggiungono – in questi giorni, proprio perché si è compreso che non ci sono alternative, per tamponare l’emergenza, ai sindaci del Nisseno e dell’Agrigentino è arrivato, dalla Protezione Civile, l’invito ad acquistare autobotti, possibilmente usate ed in pronta consegna. Tuttavia, si comprenderà che acquistare un’autobotte non è così semplice come comprare una Panda. ”.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.