17 Giugno 2024

POZZALLO - PALAZZINE IACP, LA RISPOSTA DI COCINA

di autore
2,3K visite

Sulla questione della pericolosità e del rischio crollo degli alloggi dello IACP di Pozzallo sulle quali pende un’ordinanza di sgombero, interviene ora direttamente il capo della Protezione Civile Regionale Salvo Cocina. L’ordinanza, come si ricorderà, riguarda le palazzine dei lotti 12, 13 e 14 del piazzale Libertà ma i residenti, ai quali sono stati dati pochi giorni per andare via e non è stata prospettata alcuna soluzione alternativa, per tutta risposta, hanno intrapreso azioni di protesta. “Il dipartimento regionale della protezione civile – dice l’ing. Cocina – è disponibile a fornire il proprio supporto nella gestione dell’emergenza, assicurando le somme necessarie, a valere sul bilancio regionale, per reperire alloggi alternativi per le famiglie destinatarie dell’ordinanza e contribuire alle spese di trasloco, ma non è disponibile a presiedere tavoli tecnici per stabilire sopralluoghi, nuovi accertamenti e valutazioni per verificare la sussistenza di concreti rischi legati all’incolumità dei residenti, in quanto questi compiti spettano a Genio Civile, Vigili del Fuoco, tecnici dello IACP e del Comune”. A quest’ultimo, chiarisce Cocina, spetta anche la predisposizione degli atti amministrativi conseguenti all’ordinanza di sgombero, sebbene Ammatuna abbia denunciato la mancanza di personale adeguato e chiesto aiuto in tal senso. “E’ necessario – continua Cocina – verificare l’attualità della paventata situazione di pericolo al momento dell’adozione del provvedimento sindacale, perchè allo stato attuale, non ci sono elementi nuovi rispetto agli ultimi accertamenti del 2009, a firma dell’ing. Giovanni Anfuso, dai quali era emerso che, pur essendo i livelli di sicurezza inferiori a quelli minimi previsti dalla legge, non ricorrono gli estremi per lo sgombero”. Alla luce di ciò, Cocina invita a compiere almeno un sopralluogo di accertamento sulle strutture, a considerare gli eventi calamitosi che negli ultimi anni le hanno sollecitate causando il degrado del calcestruzzo e raccomanda una consulenza specialistica universitaria. Il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna, al momento preferisce rilasciare dichiarazioni ma fa sapere che sta continuando a seguire con attenzione la vicenda, costantemente in contatto con gli enti e le autorità preposte, al fine di trovare la soluzione migliore.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.