SCUOLA - “SPOSTARE IL CONCORSO E’ IMPOSSIBILE”

di Katjuscia Carpentieri
93 visite

“Ho chiesto ai tecnici che hanno fissato la data del 23 maggio e mi hanno risposto che era impossibile spostare il concorso per dirigenti scolastici perché ci sono le prove Invalsi, gli scrutini e poi la maturità. Quindi penso allo sforzo enorme del ministero che ha garantito la partecipazione di 5mila studenti e docenti non venga certo inficiato, perché tra le 14.30 e le 15.30, in un’ora in cui non ci sono manifestazioni, si tengano concorsi in tutta Italia per dare lavoro a dirigenti scolastici e quindi per rendere più efficiente la nostra scuola e la nostra istruzione”. Così il ministro dell’Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara, ai cronisti a Palermo per incontrare il personale docente e amministrativo dell’ESFO 1, riguardo alle polemiche per la scelta di fissare il concorso il 23 maggio, nel giorno delle commemorazioni per la strage di Capaci, in cui furono assassinati dalla mafia Giovanni Falconi, Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Il Ministro è intervenuto anche sul contrasto al fenomeno dei diplomifici facili, “vedrete nelle prossime settimane: le ispezioni che abbiamo avviato daranno dei risultati molto interessanti ha detto e non li posso anticipare”.
E sempre parlando di diplomifici continua Valditara “Abbiamo approvato in CdM, e adesso saranno approvate dal Parlamento, delle misure molto forti, molto importanti e direi decisive”. “E’ la prima volta in Italia che si affronta il problema dei diplomifici facili non al livello amministrativo, dove c’è poi sempre la possibilità dell’annullamento, ma in via legislativa”. “Quindi i diplomifici non saranno più tollerati per l’avvenire”, ha concluso il ministro

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.