PALERMO - STUPRO, PROCESSO CON ABBREVIATO

di Viviana Sammito
90 visite

E’ stata accolta l’istanza dei legali dei 6 imputati dello stupro di gruppo il 7 luglio dello scorso anno al Foro Italico a Palermo. Il processo sarà celebrato con il rito abbreviato e quindi, in caso di condanna, con una riduzione di un terzo della pena e sarà nuovamente audita in aula la vittima, una giovane palermitana che ha denunciato la violenza raccontando ai magistrati i fatti accaduti quella notte. Il pm ha sempre ritenuto attendibile la sua versione. Ora però i giudici della seconda sezione del tribunale di Palermo, presieduti da Roberto Murgia, hanno accolto la richiesta dagli avvocati dei sei giovani Angelo Flores, Gabriele Di Trapani, Christian Maronia, Cristian Barone, Samuele La Grassa ed Elio Arnao, ritenendola fondata. Si torna in aula il 5 luglio prossimo. La vittima sarà sentita sul contenuto di una telefonata ricevuta la notte del 7 luglio scorso in cui ha raccontato di avere subito la violenza sessuale; attorno all’1.04 la ragazza – secondo le analisi dello smartphone – ha ricevuto una chiamata di 29 secondi. Poi ci sono anche due messaggi inviati attorno alle due dal cellulare della vittima. Sarà anche sentito l’interlocutore con cui la vittima ha parlato quella notte nel corso della telefonata. L’avvocata Carla Garofalo che assiste la giovane si è detta favorevole al processo abbreviato. Non credo che possa emergere nulla di nuovo rispetto a quanto emerso fino ad ora. I fatti rimangono quelli. Se avessero disposto l’ordinario avrei rimesso il mandato, non avrei affrontato una causa nella quale sarei stata costretta a sentire ogni tipo di attacco alla mia assistita del tutto infondato visto che i fatti sono ormai molto chiari”.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.