17 Giugno 2024

PALERMO - MORTO PER BUCA, “LAVORI NON A NORMA”

di Katjuscia Carpentieri
123 visite

“La buca in viale Regione Siciliana dimostrerebbe che i lavori di rifacimento dell’asfalto non sono stati fatti a regola d’arte. Manca il sabbione e tutto quello che serve da fondo all’asfalto. Dalla voragine è’ evidente che sotto non c’è nulla. C’è da comprendere come sia stato possibile tutto questo. E comunque sarà tutto relazionato alla procura”. E’ quanto emerge dalla relazione della polizia municipale che ha effettuato un sopralluogo in viale Regione Siciliana dove ha perso la vita Samuele fuschi il 38enne finito a terra con lo scooter a poca distanza da una voragine che è aperta sull’asfalto. La Procura di Palermo ha aperto un fascicolo sia sulle cause dell’incidente che sulle condizioni dell’asfalto.

I periti dovranno accertare se il decesso sia dipeso dalle condizioni della strada o da una serie di concause quali la velocità e se il motociclista indossasse o meno il casco che sarebbe stato trovato allacciato a decine di metri dall’incidente. Il tratto di viale Regione Siciliana resta sequestrato per consentire ai tecnici che saranno nominati di eseguire tutti gli accertamenti. Si dovranno anche verificare le responsabilità dell’amministrazione comunale. “Saranno fatti dei controlli per verificare se vi siano altri punti deboli nella strada – aggiungono i tecnici – la sicurezza resta al primo posto. Sarà la magistratura ad accertare le responsabilità”. Le indagini sono state affidate alla polizia municipale che stanno cercando di individuare anche se via siano o meno telecamere in zona. Gli accertamenti sulla voragine saranno invece eseguiti dalla protezione civile.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.