EX BLUTEC - “E’ NECESSARIO CONFRONTO CON URSO”

di Katjuscia Carpentieri
84 visite

E’ indispensabile, un confronto con il ministro Urso e l’assessore Tamajo. I lavoratori dell’ex Blutec e dell’indotto meritano una risposta, non possiamo accettare che il processo di reindustrializzazione si fermi. Riteniamo grave che, con i tempi cosi contingentati, debba scattare la sospensione tecnica, scendono in campo di sindacati dopo che il Tar del lazio si è dichiarato incompetente sul ricorso contro l’assegnazione dell’ex blutec di Termini imerese a Pelligra Italia srl disponendo il trasferimento del fascicolo ai colleghi di Palermo.
L’amministrazione straordinaria, si concluderà il prossimo 4 novembre e c’è il rischio di una sospensione tecnica in attesa dell’udienza del Tar del capoluogo siciliano”. ad affermarlo è Enzo Comella, coordinatore della Uilm Sicilia.,

Preoccupazione per le sorti dei lavoratori della fabbrica e dell’indotto viene espressa in una nota anche dal segretario generale della Cgil Sicilia, Alfio Mannino, e da Roberto Mastrosimone della Fiom nazionale. Cgil e Fiom chiedono che “si provveda subito alla proroga sia dell’amministrazione straordinaria che della cassa integrazione con apposita legge, così come è stato fatto per l’Ilva di Taranto”.
Le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm hanno presentato richiesta al Mimit per avere informazioni più chiare circa tutto il percorso della cessione che coinvolge i lavoratori, sia quelli che transiteranno che quelli che dovrebbero rimanere nella società di scopo. è queanto dichiara Antonio Nobile segretario generale Fim cisl Palermo Trapani

“Una sospensiva dell’aggiudicazione – spiega Nobile – ci porterebbe sicuramente oltre il 4 novembre, per questo chiediamo alle Istituzioni, Ministero e Regione siciliana, di prevedere eventuali piani per mettere al sicuro i lavoratori se il percorso, per qualche motivo, dovesse allungarsi”.

“Massima fiducia nei confronti del ministro Urso e dei commissari ex Blutec. Condivido la preoccupazione da parte dei lavoratori ex Fiat. Sono invece le parole dell’assessore regionale alle attività produttive Edy Tamajo che aggiunge Comprendiamo il timore dei lavoratori e delle loro famiglie e ribadiamo il nostro impegno nel cercare di accelerare ogni possibile intervento che possa portare alla riapertura dello stabilimento e alla ripresa delle attività produttive.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.