TREMESTIERI ETNEO - “PANDORA”, TERREMOTO POLITICO

di Katjuscia Carpentieri
151 visite

Il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani assumerà ad interim le deleghe di Luca Sammartino. Appresa la notizia il governatore della Sicilia, Renato Schifani, si è messo subito al lavoro. La sospensione per un anno impedirà a Sammartino anche di svolgere il ruolo di deputato regionale, è iscritto nel gruppo parlamentare della Lega.
Reazioni a catena dal mondo politico e sindacale. La commissione antimafia al Senato interviene con una nota a firma del componente Franco Mirabelli. “La Commissione Antimafia si occupi al più presto della grave vicenda che riguarda la Sicilia”. “Siamo di fronte – prosegue – a un degrado politico e istituzionale che coinvolge anche il vicepresidente della Regione, un mix di corruzione, estorsione e voto di scambio su cui è necessario che vi sia una attenzione anche della Commissione Antimafia per indagare il fenomeno preoccupante delle infiltrazioni mafiose nel tessuto istituzionale e sociale del Paese” (

La Sicilia in questi giorni ha subito decine di arresti per mafia e corruzione, siamo di fronte a un vero e proprio allarme sociale”. Lo dice invece il vice presidente dell’Antimafia e dell’anticorruzione regionale all’Ars, Ismaele La Vardera, che aggiunge “Ancora una volta a perdere sono i cittadini. Sono indignato e schifato perché oggi con la sospensione di Sammartino abbiamo perso tutti: politici, istituzioni e soprattutto cittadini. Il presidente della regione faccia una riflessione seria e mandi a casa questa banda di incapaci”.

Il coinvolgimento di Luca Sammartino nell’inchiesta Pandora ha provocato un vero e proprio terremoto politico. Cateno De Luca leader di Sud chiama Nord dichiara “questo Governo è definitivamente arrivato al capolinea, Schifani abbia un sussulto dignità e vada a casa. Ancora una volta la banda bassotti ha colpito, e a farne le spese sono i siciliani.
la questione morale, che per il M5S è sempre stata un caposaldo indiscusso e non negoziabile, deve tornare in cima allì agenda politica, altrimenti alle urne, in occasione dei prossimi appuntamenti elettorali, sarà il deserto. sono le parole del capogruppo del movimento 5 stelle all’Ars antonio De Luca ad intervenire anche il coordinatore regionale dei pentastellati Nuccio Di Paola interviene

Per la senatrice Enza Rando Rando del PD, è allarme infiltrazioni criminali in Sicilia.

Anche i sindacati scendono in campo. alfio Mannino segretario generale della Cgil Sicilia ricorda che più di un anno fa ha chiesto hai Prefetti di vigilare. Rinnoviamo la richiesta – sottolinea – unitamente a quella di individuare strumenti che facciano da argine a corruzione e scambio politico-mafioso, evidentemente e tristemente fenomeni che non cessano ma che ricevono puntualmente nuova linfa quando ci sono finanziamenti in arrivo”.

Per luisella Iionti segretaria della Uil Sicilia servono programmi con una scadenza da concordare e rispettare nel segno della trasparenza e della legalità ma che soprattutto ci siano controlli e un confronto continuo con le organizzazioni sindacali”.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.