CAVA D'ALIGA - LITE PER DROGA, LA RABBIA DEI RESIDENTI

di Viviana Sammito
587 visite

I cittadini sanno chi sono i tre tossicodipendenti che continuano ad alzare l’allerta nella frazione di cava d’aliga dove i cittadini non hanno più intenzione di vivere preoccupati e intimoriti: e questo lo sanno anche le forze dell’ordine. Alle 23,30 di ieri sono arrivati carabinieri, polizia e 118 nella piazza della frazione dov’è scoppiata una lite all’interno di un’abitazione alla quale hanno bussato due donne e un uomo, ben noti alle forze dell’ordine e ascoltati anche nell’ambito delle indagini del delitto del 40enne siclitano peppe ottaviano, per riscuotere un debito di droga: al rifiuto i tre – secondo il racconto di alcuni testimoni- hanno tentato di portare via il figlio dell’acquirente, nel frattempo è intervenuto un vicino di casa per tentare di dirimere la questione ma è stato aggredito davanti alla moglie incinta che si è pure sentita. arrivata l’ambulanza, la ragazza in gravdianza e il marito sono stati traseriti in ispedale ma all’arrivo delle forze dell’ordhe dei tre malviventi non c’era traccia. Stamattina sono arrivate lettere e segnalazioni alla redazione di residenti di cava d’aliga che si sentono “ormai espropriati dai luoghi di aggregazione perché diventati, da due anni, luoghi di spaccio, risse e atti vandalici da parte di soggetti, adulti e minori, noti alle forze dell’ordine e più volte segnalati. Ci chiediamo come sia possibile che alcuni dei protagonisti di ieri sera siano ancora a piede libero, ci scrive questa residente che per motivi di sicurezza manterremo anonima. la stessa ha raccontato di urla, tentativi di scasso di alcune auto, il pestaggio in piazza di un ragazzo disabile. Un altro residente ha inviato una mail scrivendo che:
La certezza è una: noi residenti siamo piegati ad un clima di terrore e con noi anche quei villeggianti e turisti che ieri hanno visto la scena indegna. Speriamo che qualcuno intervenga perché così non si può stare tranquilli. Insomam i cirttyadini si aspettano una risposta concreta e incisiva da parte dello Stato.
Più volte è stato chiesto un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica da parte dei consiglieri comunali

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.