MESSINA - MAXI TRUFFA SUGLI ECOBONUS

di Katjuscia Carpentieri
91 visite

Truffa sugli ecobonus, la guardia di finanza ha sequestrato preventivamente 1,7 mln di euro nei confronti di 4 persone indagate e di un istituto di credito, provvedimento emesso dal GIP di Barcellona Pozzo di Gotto nel messinese
A fare scattare le indagini, sono state alcune anomale movimentazioni di denaro, in giroconti bancari disposti dagli indagati a favore di conti correnti esteri a loro riconducibili, con la causale ‘accredito per cessione crediti d’imposta’. E’ stato così possibile fare luce su un sistema fraudolento ideato per lucrare sui benefici fiscali introdotti dal decreto ‘Rilancio. In particolare, i finanzieri della Compagnia di Milazzo hanno accertato come gli ingenti flussi finanziari, oltre 800.000 euro, provenissero, a loro volta, da un istituto di credito che aveva monetizzato ad alcuni contribuenti i crediti delle agevolazioni fiscali riconducibili ai cosiddetti ‘ecobonus – sismabonus – bonus facciate – bonus recupero patrimonio edilizio’, ceduti tramite la piattaforma ‘cessione crediti’ dell’Agenzia delle Entrate.

Grazie ai dati forniti dall’Agenzia delle Entrate e dagli Enti locali, a sopralluoghi e accertamenti bancari, le Fiamme gialle hanno ricostruito ulteriori ingenti crediti, ottenuti dall’inserimento nei sistemi informatici di dichiarazioni false predisposte dagli indagati per ottenere i vantaggi fiscali messi a disposizione dallo Stato per la ristrutturazione del patrimonio edilizio. Dalle indagini, inoltre, sarebbe emerso come i richiedenti non avessero appaltato ad alcuna ditta i lavori di manutenzione né, tantomeno, ricevuto alcuna fattura corrispondente agli importi autocertificati nelle istanze.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.