GIARRATANA - DELITTO DELL’ALBANI, DUE SMS IN 6 MESI

di Viviana Sammito
191 visite

Era prevista la presenza del detenuto Mariano barresi, 66 anni, in video collegamento dal carcere di Caltagirone durante l’udienza in corte d’assise a siracusa ma un problema tecnico lo ha impedito. L’uomo è accusato di avere accoltellato la cognata rosalba dell’albani, di 52 anni, mentre dormiva accanto all’anziana madre, la mattina del 4 marzo dello scorso anno. Sono stati escussi 4 degli 8 carabinieri citati come testi dalla pubblica accusa i quali hanno spiegato la scena del crimine e nei minimi dettagli hanno reso la descrizione dei luoghi. E’ emerso che nella camera da letto, al pian terreno, dove si è consumato l’omicidio c’era una video camera, di quelle che si utilizzano come baby monitor, ma non ha registrato perchè il dispositivo non era dotato di scheda SD e non era agganciato al cloud. Tuttavia, le responsbailtià e la dinamica appaiono chiare: ciò che non è ancora emerso è il movente. Dai tabulati telefonici e dall’incidente probatorio sui cellulari dell’imputato e della vittima è emerso che in sei mesi si sono scambiati due messaggi su whatsapp: in un caso Rosalba dell’Albani ha inviato al cognato un link di facebook per sensibilizzarlo alla donazione di fondi a favore di una ragazza malata. Poi nulla: nessuna prova che potesse fare ipotizzare screzi familiari. L’accusa ha acquisito nel fascicolo le intercettazioni ambientali registrate nella caserma dei carabinieri di Ragusa Ibla e le video chiamate autorizzate in carcere con una delle due figlie. Nella prossima udienza, fissata per il 23 maggio, nella quale è previsto il video collegamento con barresi saranno escusse le persone offese: i figli, il marito, le nipoti di rosalba dell’albani e anche la sorella, la moglie dell’imputato. La corte d’asssise si è rirvata di decidere sulla richiesta di perizia psichiatrica alla fine dell’istruttoria. Una decisione che non trova d’accordo l’avvocato della difesa, sergio crisanti, il quale più volte ha inoltrato richiesta anche durante le indgaini preliminari: perchè potrebbe cambiare molte cose.

Potrebbe interessarti anche:

SEGUICI SUI SOCIAL

©2022 Video Mediterraneo – Powered by Rubidia. Tutti i diritti riservati | R.V.M. Srl – S.S. 115 Km 339,500 – Modica (RG) | P.Iva 00857190888.